Coffee & Break

Iniziano a movimentarsi presto gli ambienti del Vecchio Mulino. In tempo per le colazioni: brioche (quelle tipiche, col tuppo), cornetti (alla ricotta, alla crema, al cacao), caffè, latte, cappuccini, cioccolata calda, le immancabili granite siciliane, spremute di arancia, limonate…

Segnaposto

Forte della sua decennale tradizione, il Vecchio Mulino – tra le 06.00 e le 09.00 del mattino – si spoglia degli “abiti da sera”, di ristorante e pizzeria gourmet, per indossare quelli di un antico caffè di campagna. Meta ideale di lavoratori (muratori, contadini, allevatori, artigiani) pronti a iniziare la giornata con una colazione ricca di gusto. O di mamme che, accompagnati i figli a scuola, si ritrovano per fare due chiacchiere davanti a un caffè.

Galleria Foto

Non di rado, e soprattutto nel periodo che va da Pasqua all’autunno, mischiati a queste persone, si incontrano al Vecchio Mulino gruppi di turisti che si fermano da Tommaso per fare il pieno di energia prima di prendere la via verso Modica, Noto o Cava Ispica, sulle rotte tracciate dai giovani rampolli europei di fine ‘700, che nel loro tour formativo avevano inserito anche le zone rupestri del sud est siciliano. Viaggiatori che, affascinati dalla location e attratti dai profumi provenienti dalla cucina, scelgono di tornare, una volta conclusa la loro escursione, per continuare a tavola il percorso di scoperta delle qualità insite nel territorio ibleo.

Segnaposto

Così, all’ora di pranzo – dalle 12.00 alle 15.00: l’elasticità degli orari è caratteristica peculiare di queste latitudini – il Vecchio Mulino si riempie di una clientela desiderosa di farsi sorprendere dal gusto tradizionale dei rustici tipici della provincia ragusana, preparati da mamma Gina: arancini (al maschile, naturalmente, ma nessuno si offende se qualcuno li declina al femminile) di ragù o di verdure, scacce, sfoglie, tomasini ripieni di ricotta e salsiccia locale, tranci di pizza, pastieri, panzerotti e i classici “pezzi” da rosticceria. Anzi: da street food sedentario (forse con poco street ma molto e goloso food…). Insomma, piatti per un break utile a spezzare la fame, pranzi smart che non tralascino i prodotti tipici della zona. Ai quali si associano, per i più affamati, proposte di primi piatti fatti in casa, secondi di carne o di pesce, antipasti rustici, dolci al cucchiaio e un bicchiere di vino. Locale, naturalmente.

Dove Siamo